Scornato, e di brutto

Fatti non foste, a viver come bruti,
ma per seguir virtute e conoscenza

(Dante, Inferno, Canto XXVI)

Ritorno a questo mio Blog, dopo la pausa estiva, in preda al più nero sconforto.

Ho passato l’ultimo mese e mezzo a preparare minuziosamente l’esame di Analisi Matematica. Teoria, esercizi, riassunti e compagnia bella, tanto sapete tutti di cosa parlo: un grosso impegno per superare un esame che è un po’ il mio scoglio. Oggi era il gran giorno.

Arrivo lì, e si comincia (in ritardo) con lo scritto. Difficile e lunghetto, diviso in due parti, tra risposte aperte e risposte chiuse. La risposta aperta, più difficile, mi riesce bene. Le risposte chiuse no, non so perché. Una l’ho letta male, mi sono poi accorto, ma vabbè. Comunque, combino qualcosa anche lì e sono ammesso all’orale.

Il Professore, uno di quelli che ha tutto l’atteggiamento da amico e poi solitamente ti frega, per non dire di peggio, comincia a farmi una domanda di teoria, sullo sviluppo in serie di Taylor. Rispondo, decentemente direi. Al che lui fa

“Mi sa dire lo sviluppo in serie dell’arctg (x)?” CCOOSSAA???? A memoria? Ma se ti fanno tenere le tavole apposta per queste cose? Ricordo che persino lui scrisse gli sviluppi leggendoli da un foglio….

Comunque questa non la sapevo, ovviamente, e lui mi fa:

“la funzione l’ha fatta bene, ma il resto non va granchè, quindi mi doveva fare un’orale brillante… se non mi sa questa…. Non basta….”

E VAFFANCULO ALLORA!!!!!!

Son tornato a casa che ero il ritratto della depressione suicida…. Che palle! Un altro esame che devo dare di nuovo… e me ne mancano un’infinità alla laurea, dannazione!!

Adesso sto leggermente meglio, parlare con Davide e Lucio e correre un po’ mi ha aiutato a sfogarmi… certo però che la botta oggi è stata brutta: un mese e mezzo di lavoro, finalizzato solo a questo appuntamento, totalmente buttato nel cesso.

Uff, che vita di merda, quella dell’universitario!

Fra

Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in Voglio morire, Volevo giusto farmi del male. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Scornato, e di brutto

  1. Matteo ha detto:

    Dai Fra…su con la vita…Lo so che non deve essere bella la sensazione che si prova…però ti capisco in pieno…

    La prossima volta stai tranquillo che va bene fidati!te lo assicuro!!!

    Parola del tuo carisimo Alf (o mezzo che dir si voglia…)

    TEO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...