Prodi è morto, lunga vita a Prodi!

Un bell’applauso ai Cavalieri dell’Ideale: tanto, se tornano Berlusconi e Calderoli, per loro cosa cambia? Rimarranno sul loro cavallo bianco con la chioma al vento.

(Michele Serra)

Il Governo Prodi è “caduto”, giovedì scorso, sulla politica estera. Si sapeva che la maggioranza era risicata al senato e che il rischio ci poteva essere….vabbè, capita. Domani ci sarà il voto di fiducia e con ogni probabilità il nostro bofonchiante primo ministro potrà continuare a lavorare. Ma chi lo ha fatto scivolare sono stati alcuni senatori del centrosinistra, insieme ai soliti destri senza un minimo di decenza
(i soldati in Afghanistan li hanno mandati loro e ora votano contro la loro permanenza….)

Il punto che mi preme sottolineare è questo: quando ho votato per il centrosinistra sapevo cosa stavo facendo: votavo una coalizione dove stavano anche personaggi che disprezzo con tutto il cuore (Mastella, Binetti, Caruso), altri che detesto (Rutelli, Diliberto), altri ancora che vorrei vedere in galera. Ma siccome quest’accozzaglia di gente era comunque meglio del sorriso col cerone intorno e della sua risma di ladri, tangentisti ed evasori, li ho votati. IO ero consapevole che nella stessa maggioranza stavano comunisti estremi, quasi extra-parlamentari come Caruso e maneggioni di lungo corso come Mastella…. è mai possibile che non lo sapessero gli eletti di centrosinistra?
Se vieni votato all’interno di una coalizione ci si aspetta che tu sostenga il governo da essa espresso, anche se il singolo provvedimento non ti va a genio. C’è una maggioranza a cui va bene, adeguati. Anche perchè io non non vorrei nessuna base americana in Italia, ma so che mezza base in più non cambierà nulla, mentre se Prodi dovesse cadere ce ne saranno 3-4 in più. Se anche non volessi i soldati in Afghanistan, e ce li voglio, dovrei sapere che se tornasse Silvietto nostro in Afghanistan andranno ancora più persone, altro che ritiro. E magari si torna pure in Iraq! Ma votando contro il Governo, perdo ogni possibilità di Di.Co., di un piano infrastrutturale sensato, di una riforma delle pensioni.

Insomma, è così difficile per queste persone, politici di professione, capire che la politica è l’arte stessa del compromesso, e che quando si è al governo non si può continuare a stare sempre all’opposizione e dire sempre e solo di no? Questa gente è convinta di avere una coscienza pura e candida, e la vuole difendere. Ragionando su come sono stati eletti, non sono tanto d’accordo, ma può anche andarmi bene: ma allora non si faccia votare dicendo che sosterrà un governo che poi cerca di far cadere. Dica: “voterò sempre come diavolo mi girano le p@lle, fregandomene del governo”. Io non ti voto e siamo tutti contenti, no?

Fra

Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in Politicamente (s)corretti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...