Perchè solo una volta all’anno?

Nel mezzo del cammin di nostra gita
mi ritrovai per una argin dura
ché la cuoia sfer l’era smarrita.
Ahi quanto a dir qual era è cosa dura
esta selva selvaggia e aspra e forte
che nel pensier rinova la grattura!
Tant’è amara che poco è più morte;
ma per trattar del mal ch’i’ vi trovai,
dirò de l’altre cose ch’i’ v’ho scorte.
(Francesco Bezzi, Libertas Comoedia, Canto I )
E anche quest’anno sono finiti i Campionati Italiani Libertas! Come sempre negli ultimi anni, è stata una tre giorni veramente divertente!
Alla fine le nostre Allieve sono venute con noi (prima sembrava che potessero avere un altro impegno concomitante), così la squadra era quasi al completo: mancavano solo Lorenzo Ferroni, il nostro astista, Francesca Cioria, infortunata, e alcune ex-libertas altrimenti impegnate (Eleonora ai Giochi dei Piccoli Stati a Monaco (….invidia…..), Marie in una prova di Inglese per l’Università,…).
L’organizzazione dell’evento da parte dele società ospitanti (Libertas Dolo, Mira e Tonon Vittorio Veneto) si può sintetizzare con l’aggettivo “pessima” e gli si fa ancora un complimento…. e pensare che sono sempre quelli più critici quando altri organizzano qualcosa…. Mah!!!
Batterie organizzate al momento sulla linea di partenza (nonostante la pretesa di preiscrizioni 10 giorni prima e l’impossibilità di operare variazioni), risultati mai ufficializzati, ritardi assurdi, atleti chiamati per la finale e poi estromessi all’improvviso, atleti iscritti due volte in ogni gara, atleti diversi con numeri uguali, eccetera, eccetera…. uno scempio!!
Il sottoscritto, diviso tra impegni agonistici e doveri di Responsabile in Seconda, è tornato a casa (in realtà a Bologna, sic, le lezioni reclamano) stanco morto, dopo essersi alzato alle 6.30 sabato per accompagnare i primi atleti in gara (Anna, Nicola e Luca) e essere sempre andato a letto dopo l’una / le due perchè comunque qualcuno che faceva casino c’è sempre in questi casi. Ma la soddisfazione per il lavoro (credo) ben svolto e le gare riuscite bene era superiore a qualsiasi cosa. In più bisogna dire che negli ultimi anni la compagnia ai libertas è molto migliorata: alcuni elementi capaci di danneggiare abbondantemente l’ambiente si sono negli ultimi anni allontanati dalla squadra, mentre sono cresciute alcune persone in grado di risollevare il morale di un morto. Se a ciò si aggiungono anche i rapporti che di anno in anno si sviluppano con alcuni avversari, che è sempre piacevole re-incontrare (anni fa diventammo molto amici di Scicli, negli ultimi tre anni abbiamo sviluppato una bella amicizia con la Lupatotina, dei ragazzi simpaticissimi che hanno lo spiacevole vizio di batterci nella staffetta 4×400…) si può capire come noi si aspetti questo appuntamento da un anno all’altro!
Personalmente non posso lamentarmi: nonostante l’infortunio al perone e la periostite tibiale mi limitino assai negli allenamenti, sono riuscito a strappare il primato personale nei 200 metri con 24″75. Inoltre ho corso l’ultima frazione (col miglior tempo, tra i nostri) della nostra “staffetta dei cadaveri”, che abbiamo chiuso al secondo posto, dietro i “Lupi”. Che staffetta, ragazzi: Alessandro, che non aveva mai fatto un 400, che di solito cede dopo i 60 metri nei 100 e a cui girava la testa in partenza, ha tirato per 300 e rotti metri e chiuso circa in 56″; Davide, nonostante tutte le sue difficoltà di allenamento, ha fatto 56″.5/57″ recuperando una posizione; Teo, reduce da un’operazione, ha tenuto botta e alla fine sono andato io, che ho già detto quanto sto bene…. altro che atleti, eravamo da ricovero!!
Gli aneddoti da raccontare sarebbero mille, ma quello più carino è stato la vicenda del pallone.
Alla fine del pomeriggio di sabato, Sara capitanava una squadra di nostri atleti in una sfida a calcio contro una squadra toscana, quando ha pensato di invitarmi a raggiungerli. Finito ciò che dovevo fare per la squadra, ho deciso di andarci. L’Anna mi ha chisto di aspettarla e insieme siamo andati a giocare, ma, mentre ci avvicinavamo al campo, un toscano si è prodotto in una fedele imitazione del rigore di Baggio ai mondiali del ’94 contro il Brasile: palla in orbita, che sorvola le reti e finisce….. nel Brenta! Solo che in quella zona il fiume è piuttosto stretto, regimentato strettamente da due rive scoscese, per lo più impossibili da scalare. Era un bel pallone, però, per quanto non nostro, e galleggiava sull’acqua, avvicinandosi alla nostra riva, così, visto che si approssimava uno dei pochi punti affrontabili dell’argine, mi ci sono avventurato e sono sceso all’alveo. Caso strano, la riva era TOTALMENTE ricoperta di ortica: per quanto io riesca a sopportarla abbastanza bene, appoggiare tutto l’avambraccio su un cespuglio di detta adorabile pianticella è un’esperienza sconsigliabile….
Vabbè, mi allungo, e aspetto che arrivi il pallone… è a 50 centimetri dalle mie dita, attaccato alla riva, quando un odiosissimo agglomerato di erbacce varie si frappone tra me e lui.
Ora, in qualsiasi film l’oggetto si fermerebbe lì e l’eroe avrebbe l’occasione di recuperarlo facilmente. Ma o io non ho la stoffa dell’eroe Hollywoodiano, o Murphy si è messo decisamente di mezzo: così la sfera ha cozzato decisamente contro quest’erba, per poi tornare in mezzo all’alveo e lascirarmi lì con un palmo di naso e un’espressione ebete… Ciao pallone!!
Per questo dedico al pallone la poesia di apertura, e, sperando che passino in fretta i 362 giorni che mancano alla prossima edizione dei “Libertas”, lo maledico con tutto il cuore!
Saluti pruriginosi
Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in Fixing News. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...