Oh Capitàn, mi Capitàn…

 

Cabeza, Corazòn, … y Bolas!!
(Visto sul retro della cartelletta di Dino Meneghin)

Ci abbiamo provato pure ieri, e con estrema convinzione.

Nonostante i polacchi abbiano trascorso lunghi momenti nei quali tirando piedi a terra da 3, totalmente smarcati e con ancora parecchio tempo dei 24″ non l’avrebbero messa neanche in un canestro largo quanto il cerchio di centrocampo, ci abbiamo provato, a tornare a casa. E ci stavamo pure riuscendo.

“Mago” Bargnani, essendosi accorto a metà partita di essere sostanzialmente immarcabile, se gioca come sa, da qualsivoglia giocatore polacco, ha pensato che così non c’era gusto, e si è messo a sbagliare lo sbagliabile, e pure un pò di più. Mi chiedo dove avesse la “Cabeza”, per fare quella penetrazione con tiro fuori dal tabellone a metà secondo tempoo tempo…. Di Bella, per carità, sa cambiare ritmo, accelerare e cose simili, ma tra lui e Pozzecco corre la stessa differenza che c’è tra un colibrì e un’aquila: entrambi son capaci di volare e dare di becco, ma quando lo fa la seconda l’effetto è un bel pò più dirompente.

Soragna e Mordente hanno pensato bene di prendersi un turno di riposo, e non ne hanno mesa una: probabilmente hanno voluto vedere se c’era qualcun altro che avesse voglia di mettere, ogni tanto, un pò di “corazòn” nella partita. Sicuramente non lo ha fatto Gigli, imbarazzante ieri sera almeno quanto era stato commovente con i francesi.

Per fortuna, invece, le “Bolas” le ha messe in campo il vecchio capitano Gianluca Basile, che con 4-triple-4 in un amen nel terzo periodo ha rimesso le cose a posto con i ritornanti polacchi. Inoltre, Belinelli si è ricordato che, prima di essere un ex giocatore della Fortitudo, è una guardia da primo giro di un signor draft come quello del 2007, e per lui le leggi scoperte da Newton chiudono volentieri un occhio, di tanto in tanto, basta che ci si metta. Se a questo aggiungiamo un Bulleri che a questo Europeo sembra essere arrivato in stato di discreta grazia, ecco che i polacchi, per giunta in serata storta, non ci potevano cacciare fuori. Ed effettivamente non ci sono riusciti.

Il problema è che ora ci toccano altre tre partite con gente che di cacciarci fuori ha una gran voglia e, ahinoi, pure le capacità.

Lituania, Turchia e Germania sono squadre nettamente superiori ai derelitti polacchi. La Germania è Nowitzki, comincia e finisce con lui (Roller a parte, ma di giocatori come lui ce ne sono). L’ultima volta che li abbiamo incrociati in una competizione ufficiale ci siamo, more solito, complicati le cose da soli. In ogni caso quella volta abbiamo visto che il loro unico e solo schema è il pick’n’roll Roller – Nowitzki: se Bargnani si applica possiamo non perdere troppo nel confronto diretto delle ali grandi, e per il resto siamo superiori noi. Bisogna però difendere duro su tutti, cosa che ancora non si è vista da parte di Azzurra. Comunque, se si vincesse almeno una delle altre due partite, la gara conclusiva coi tedeschi potrebbe essere decisiva

La Lituania è una signora squadra: l’abbiamo battuta in semifinale alle olimpiadi, (vedi video)

ma dovemmo fare un incredibile 18/28 da tre, una percentuale irreale. L’anno scorso ai mondiali ci hanno fregati loro. Potremo giocarcela se giocheremo come una squadra e se le nostre stelle si faranno sentire, ma la nostra vittoria sarebbe una sorpresa. La incrociamo domani, una vittoria vorrebbe dire togliere molte preoccupazioni ai nostri, ma come detto appare improbabile.

Infine la Turchia di Tanjevic. Finora sono stati una delusione, quasi come noi. Okur e Turkoglu sono forti, ma l’italia insegna che due giocatori forti non bastano, bisogna che siano in forma e che la squadra li segua. Tra le (finora) deluse, stabilire chi sarà la più delusa sarà affare di lunedì prossimo.

Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in Amici sportivi, buonasera!, Nero, azzurro e altri colori e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...