Lei è piena di coraggio.

Mi butto cinque minuti sul letto…

(Frase generalmente precedente a 3 ore di profonde ronfate)

Lei era in piena attività di laboratorio, lavoro di tesi, lavoro duro. Uscita alle 19, casa mia era a pochi minuti di bici dalla facoltà, casa sua a oltre mezz’ora.
Così fu presa da un improvviso bisogno di fare visita al suo adorato e mi raggiunse a casa. Io armeggiavo, stranamente, al PC.
Arriva, saluta, e si butta sul letto dicendo “5 minuti e faccio la cena per entrambi”. Dopo tre quarti d’ora la chiamai perchè la cena, preparata da me, era in tavola. Cercando di svegliarsi, venne a mangiare.
“Lascia stare i piatti”, disse l’ingenua, “li faccio io dopo. Intanto che tu guardi gli ultimi 10 minuti di TV io vado di là”.
Dieci minuti dopo la raggiunsi in camera che dormiva, con un giornale abbandonato addosso, prova del suo disperato tentativo di fare qualcosa di utile…. la coprii alla meno peggio e mi rimisi a lavorare. Erano le 21. alle 22.15 provai dolcemente a chiamarla, e ottenni un “sì, hai ragione, arrivo…”
Sapevo che doveva tornare a casa in bici, per cui ri provai a chiamarla intorno alle 23, ottenendo solo un “arrivo” grugnito in qualche modo. Infine, era ormai mezzanotte, andai con decisione, la scossi dolcemente dicendo “Dai, amore, coraggio….” La sua risposta, ho i testimoni a confermarlo, fu, chiarissima e perfettamente intelleggibile:

Sono piena di coraggio!

La donna piena di coraggio non diede ulteriori segni di vita fin verso l’una, quando, rassegnato, la chiamai, le feci mettere il pigiama e la spostai leggermente di lato, per ottenere una frazione di materasso nella quale dormire anch’io.
La sua ultima frase, prima di riaddormentarsi immediatamente e profondamente per le successive sette ore e mezza, fu

Chissà se ora riuscirò a riaddormentarmi subito, con tutto quel che ho dormito!

Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in Il nonno racconta, Take it easy! e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Lei è piena di coraggio.

  1. Deinè ha detto:

    Non è assolutamente vero! Ricordo distintamente di non avere MAI promesso di fare la cena per entrambi! 😛
    Tutto il resto…beh, ormai è leggenda!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...