La legge del 150%

I parenti sono come le scarpe,
più sono stretti e più ti fanno male.

(Totò)

Trattasi di legge di uso comune e di facile comprensibilità. Ciò che è adeguato a un numero n di persone, non lo è più se tale n cresce a un valore uguale o superiore a (3/2) *n.

Così, il cibo accuratamente misurato per 4 persone si rivelerà penosamente inadeguato a sfamare 6 fameliche bestie mangiapiade, per esempio. Oppure, le ferie accuratamente programmate per coincidere con l’assenza di genitori e fratello saranno irrimediabilmente rovinate se detta assenza non mi manifesterà anche in uno solo dei coinvolti. Saranno quindi fatte saltare per aria dalla geniale e perversa tattica del congiunto che troverà il modo di restare a casa la prima settimana di vacanza, “tanto c’è mio fratello”.

Tra l’altro, a me è arrivato un “Tanto a te cosa cambia?”, un “Mica lo devi badare”, un “Si arrangia”, un “Sei libero di fare quel che vuoi”. Quando ho detto “allora me ne vado in quei giorni”, le scene di panico nei dintorni di Manhattan del settembre 2001 si sono rincantucciate vergognose, cedendo la strada alle nuove campionesse della categoria.

Shit happens. A me un pò troppo spesso, in coincidenza con le vacanze.

P.S.: in realtà, poi, ieri a mangiare si era solo in 5, e il quinto era anche piuttosto simpatico. E ciò che era adeguato a 4 persone si è potuto tranquillamente espandere a 5, rispettando la legge 😀

Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in Jailhouse Rock, Voglio morire. Contrassegna il permalink.

Una risposta a La legge del 150%

  1. Deinè ha detto:

    L’ingegneria vede, provvede e dispone…
    L’empirismo come meta e insieme inizio di tutto, hai enunciato una legge lasciando alla realtà l’arduo compito di dimostrarla…ma i cigni neri sono sempre in agguato, ricordiamolo!

    P.S. Troppa birra, troppo cibo, troppe poche ore di sonno rendono Deinè matta schianta!! 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...