Nevrotumblr, numero 9

Rifondazione comunista rivela: “Wojtila si convertì al comunismo in punto di morte”

ROMA – Karol Wojtila trovò la fede comunista in punto di morte, e spirò baciando il libretto rosso di Mao. E’ Fausto Bertinotti, ultimo rappresentante in terra della dinastia dei grandi comunisti, a rivelare l’inedito retroscena. “Ero in contatto da tempo col Santo Padre per via del mio personale e privato interessamento alla fede. Negli ultimi giorni di vita di Giovanni Paolo II fui contattato dal suo entourage, e accordi in gran segreto al suo capezzale. Adesso posso rivelarlo: posò sul comodino il vangelo e mi chiese a gesti il libretto di Mao che porto sempre con me. Lo baciò, lo strinse al petto, e spirò dicendo ‘Bandiera rossa la trionferà’”. Immediate le reazioni: centinaia di decine di militanti di Rifondazione comunista, ancora ebbri per la vittoria di Luxuria all’Isola, hanno invaso San Pietro addobbandolo di striscioni sessantottini; il papa in carica, dal canto suo, ha aperto l’omelia dicendo: “l’abbiamo sempre sospettato” e ripristinando la Santa Inquisizione per aumentare la propria percezione di sicurezza; il presidente del consiglio, subodorato da par suo tempestivamente il cambio di vento, ha offerto la social card a tutti i candidati della Sinistra Arcobaleno. Da registrare purtoppo anche alcune vittime: appresa la notizia, il PD è entrato nell’ultima fase della crisi di identità, e ha deciso di farla finita gettandosi nel Tevere nottetempo.

(27 novembre 2008)

Riportata da Tessafisco su BOPItalia forum, fonte originale giornalettismo.com.

In una società meritocratica seria, dovrebbe governare il pescatore

I pescatori di Mazara non se la sono fatta nemmeno passare per il cervello la parola respingimento. Per loro il problema dell’immigrazione clandestina è un drammaticissimo problema di sopravvivenza di un gran numero di esseri umani, che vengono dall’orizzonte del mare, e che rischiano spesso di morire. E per loro il problema dell’immigrazione è come salvare queste persone.

Piero Sansonetti su Liberazione

Chavez: “Mi piaceva Kennedy”

Per onestà e verità di cronaca: l’aereo su cui viaggiamo è messo a disposizione dal ministero dell’Energia e Petrolio del governo venezuelano. Se qualcuno vuole interpretare questo come una specie di tangente siate benvenuti. Ma quando prossimamente leggerete un articolo di un giornalista in volo sul’Air Force One (l’aereo del presidente degli Usa) o a bordo di un aereo militare, siate così gentili di scartare anche quell’articolo.

Sean Penn

Vauro sul Manifesto

Berlusconi: Se vuole il dialogo, il PD rompa con DiPietro.

Mi autocensuro per non scrivere tutti gli insulti che mi son venuti in mente. In fondo sono un tipo educato.

Una serie di commenti sull’elezione del primo presidente nero degli Stati Uniti lasciano intendere come alcune personalità pubbliche in Europa siano tutt’altro che illuminate sulle questioni razziali

Washington Post, 11 novembre 2008

Gb: divorzia da marito che aveva amante virtuale

Presto! Nasconditi nei file temporanei!

Il Morris, via A Trick of the Tumblr

Il video della settimana

Speciale Cinema


Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in NevroTumblr. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...