Nel rifar libere Torino e Milano

Su queste strade se vorrai tornare
ai nostri posti ci ritroverai
morti e vivi collo stesso impegno
popolo serrato intorno al monumento
che si chiama
ora e sempre
RESISTENZA

(Pietro Calamandrei, Lapide ad ignominia)

Sarà un 25 Aprile con molti segni distintivi, questo 25 Aprile 2009.

Sarà un 25 Aprile di ritorno allo sport, dopo più di un mese di stop. Una caviglia andata, che rischia di aver fatto fuori qualsiasi speranza di stagione di atletica. Per il terzo anno consecutivo, tra l’altro, anche se questa è la prima volta che mi rompo davvero qualcosa. Ma io continuerò a provarci, a rompermi e a riprendere, perchè più dello studio, più del lavoro, più del computer, io vivo per lo sport.

Sarà un 25 Aprile di ritorno al Blog, auspicabilmente, perchè a quasi 3 anni di vita questo spazio merita che gli dedichi un pò più di attenzione rispetto a quella che gli ho concesso begli ultimi tempi, e perchè comunque resta un valido strumento, personalmente, per ragionare “a voce alta” e chiarirsi i pensieri.

Sarà infine un 25 Aprile di vigilia della Partenza, con la P maiuscola. Una persona importante se ne parte, per un’avventura che, comunque vada, le cambierà la vita. Parte da sola, contro il parere di moltissimi, e questo è terribile, in scala molto più piccola l’ho vissuto anch’io. A te non posso che dire in bocca al lupo, amica mia. Tieni duro nei momenti difficili che dovessero arrivare e goditi quella che sarà un’esperienza speciale. Sai già che in qualunque momento, ora del giorno o periodo della vita tu abbia bisogno io sono qui, a tua disposizione. Da parte mia, farò il possibile per seguirti in spirito, e appena potrò tornerò nell’altra città di mare che mi ha stregato e che da martedì ti ospiterà.

Però so già che nonostante tutto, la tecnologia, le videochiamate, i voli semi- lowcost che in due ore ci possono far ritrovare, nonostante tutto questo mi mancherai, tanto.

God rejse, Annika!

Annunci

Informazioni su Lucy & Chuck

Più che una coppia, si definiscono un mostro a due teste, una delle quali eccelle nella manicure (ma ha capito il fuorigioco) e l'altra ha un feticismo per le squadre che non vincono dagli anni ‘60. Entrambi apprezzano statistiche e risse. Scrivono di Hockey e Baseball.
Questa voce è stata pubblicata in Amici sportivi, buonasera!, Nevrosi lente, Tra un malanno e l'altro, Via con me. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Nel rifar libere Torino e Milano

  1. annika ha detto:

    sono le prime lacrime buone dell’ultima settimana, queste. pulite, non inquinate dal senso di colpa o dalla delusione. lascio l’italia col cuore pesante e la sensazione che tante, troppe cose non meritino di essere portate con me. è bello rendersi conto di avere qualcuno di cui sentire la mancanza, qualcuno che sarà un piacere ritrovare, presto. crepi il lupo, e grazie. di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...